Locazioni - Pio Sodalizio Fornai

Vai ai contenuti

Menu principale:

Documentazione


AVVISO DI DISPONIBILITA’ DI LOCAZIONE DI N. 3 UNITA’ IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO

In attuazione di quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge e dal regolamento dell’Ente , al fine di assicurare la massima
trasparenza, si informa che sono disponibili per la locazione ad uso abitativo le seguenti unita immobiliari in Roma:

Zona Tuscolana- Appio Latino

Tuscolano,  dati catastali foglio 955 part.142

Appio Latino, dati catastali  foglio 906 part.881

Africano, dati catastali foglio 562 part.132



APPARTAMENTI TUTTI RISTRUTTURATI

IndirizzoP.Int.SubDescrizione
Categoria
Tipo Contratto
Classe energ.
Superfice
Totale
Media MQ
Canone
mensile
base
d'Asta
Oneri
Condominiali
Indicativi
Via
Maestro
Gaetano
Capocci, 14
VIII°2626Bilocale
A/3
Contratto 4+4
Ape classe G
47,96€ 744,56€80,00
Via
V. Fiorini
33
II°89Bilocale
A/3
Contratto 4+4
Ape classe G
59,90€ 758,84€ 70,00
Via
V.Fiorini
33
12Bilocale
A/3
Contratto 4+4
Ape classe G
47,31€ 725,61€70,00
Via
F.Stilicone
174

Scala
A
210Bilocale
A/3
Contratto 4+4
Ape classe G
52,92€ 601,53
€ 70,00

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

Le domande di locazione dovranno pervenire (a mani o tramite raccomandata a.r.) entro le ore 13:00 del 15/09/2017 presso gli uffici del Pio Sodalizio Fornai (Piazza della Madonna di Loreto n. 26, Roma) in busta chiusa e sigillata, recante sull’esterno la dicitura “Offerta di locazione dell’immobile di Via ……. n. ….., int. ….., Roma – non aprire” e contenente all’interno la seguente documentazione:
 
1)      Domanda di locazione sottoscritta in originale dal richiedente, compilando l’apposito modulo che è disponibile sul sito www.fornairoma.it sezione modulistica.
 
2)      Offerta economica relativa al canone di locazione mensile offerto in aumento rispetto al canone base;
 
3)      Dichiarazione, resa ai sensi del DPR 445/2000 (“Il/la sottoscritto/a dichiara, ai sensi degli artt. 46,47 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i., di essere consapevole che, in caso di mendaci dichiarazioni, verranno applicate, ai sensi dell’art. 76 del citato D.P.R. 445/2000, le sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia di falsità di atti”), di non avere in corso e di non avere subito negli ultimi 5 anni procedure di recupero crediti in generale e specificatamente per canoni ed oneri locatizi e di sfratto per morosità resa ai sensi della normativa vigente;
 
4)      Dichiarazione del richiedente di aver preso visione dell’immobile e della relativa documentazione tecnica e amministrativa, di accettarlo nello stato di fatto e di diritto in cui si trova attualmente e di trovarlo idoneo al proprio uso;
 
5)      Dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali che saranno esclusivamente utilizzati dall’IPAB in relazione alla presente procedura;
 
6)      Fotocopia del documento d’identità del sottoscrittore in corso di validità debitamente datato e sottoscritto in originale;
 
7)      Fotocopia della ultima dichiarazione dei redditi presentata ed ogni altra idonea documentazione attestante la capacità dell’offerente di assolvere al pagamento dei canoni di locazione (es. ultimo bilancio depositato alla CCIIAA, ove si tratti di società). Al riguardo, dalla predetta documentazione verrà altresì accertata dagli Uffici dell’IPAB la titolarità in capo al richiedente – a pena di esclusione – di un reddito o fatturato netto annuo non inferiore al doppio del canone annuo base relativo all’unità immobiliare richiesta;
 
8)      Visura CCIAA, in caso di società;
 
9)   Assegno circolare non trasferibile intestato all’IPAB del valore corrispondente al canone mensile offerto, a titolo di deposito cauzionale provvisorio.
 
Qualora l’offerta sia presentata da un soggetto giuridico, la domanda e le relative dichiarazioni dovranno essere sottoscritte dal legale rappresentante pro tempore (di cui dovrà essere fornita idonea documentazione giustificativa dei relativi poteri), e tutta la documentazione di cui ai punti precedenti (ad eccezione del punto 6) dovrà essere riferita al soggetto giuridico.
 
 
Le procedure di apertura delle buste, di valutazione delle domande pervenute e di formazione della graduatoria sarà effettuata da una apposita Commissione interna, costituita da tre membri e nominata dal Consiglio Direttivo dell’IPAB.
 
 
       L’assegnazione dell’immobile avverrà mediante aggiudicazione al miglior offerente (considerando, oltre all’importo dell’offerta economica, anche la relativa solvibilità), al quale verrà data apposita comunicazione a mezzo pec, raccomandata a/r o altro mezzo idoneo a comprovare la ricezione.
 
      Il contratto sarà della durata di anni 4+4.
 
Nel caso in cui pervengano offerte uguali, l’Ipab richiederà ai partecipanti risultati ex aequo nuova offerta al rialzo
 
 
 
Per informazioni e prenotazioni delle visite delle unità immobiliari disponibili si invita a contattare presso gli uffici il sig. Fabio al n. 066793564 o via Email psfornairoma@libero.it
Torna ai contenuti | Torna al menu